Invito coloro che visitano il mio Blog o che apprezzano la mia arte, di iscriversi a questo blog, così resterete aggiornati su tutte le novità, grazie!

I invite those who visit my Blog or who appreciate my art, to subscribe to this blog, so you will be updated on all news, thank you!

self portrait

self portrait
self portrait - mixed media on cotton paper
Con questa raccolta di disegni, realizzati nel corso degli anni, ho cercato di raccontare attraverso le “forme” maschili, e attraverso la loro intimità, qualcosa di più del nudo corpo, che sarebbe una scatola vuota se non riflettesse “anima” ed “eros”, perché la forma per quanto perfetta, non basta. Un mondo senza eros quindi è inimmaginabile: l’anima dell’eros è alla origine della vita, è energia pura, amore, giocoso desiderio, passione, ma anche turbamento, dolore, rabbia.

Questa raccolta, vuole essere una rappresentazione del mistero di una bellezza ideale, in questo caso maschile, guardando il soggetto dell’eros sotto l’aiuto del disegno e del colore, capace di evidenziare in tutti i suoi vari aspetti, le forme anatomiche, artistiche ed erotiche di un uomo.

In questo insieme di segni, colori, realtà e immaginazione, ognuno di noi, può leggere in virtù dei propri sentimenti e delle emozioni più intime, una propria sensazione di espressione.

E’ chiaro comunque che l’eros resta sempre una creazione dell’antico. La sua natura ambivalente trova una conferma unanime quanto impressionante per la capacità che possiede di perdurare nei millenni e di attraversare secoli, culture e civiltà. Fin dalla sua origine, l’eros maschile era rappresentato come una potenza notturna capace di agire sovrana sia nel regno della vita che in quello della morte. Era colui infatti, che lanciava la “palla purpurea” al mortale, invitando a raccoglierla per prendere parte al duplice gioco dell’amore e della morte.

Le immagini di questi uomini, molto spesso autobiografici, sono dedicati a chi sa “guardare oltre”.

Perché dunque, il figurativo maschile?

Perché, dopo tanto spericolato sperimentalismo artistico, avverto sempre più il bisogno di confrontarmi con il proprio tempo, innestando, attraverso il disegno, un meccanismo di rappresentazione considerato molto spesso “semplice” sia nella sua struttura che nella realizzazione tecnica.

Con la rappresentazione della figura maschile quindi, è un po’ come riprendere il cammino già iniziato nei secoli passati continuando l’ininterrotto racconto per immagini ed emozioni.

GIANNI BELLINI

giovedì 4 agosto 2016

venerdì 22 luglio 2016










Male Model: 1900 by Henri Matisse (Museum of Modern Art, NYC) - post-impressionism 

martedì 19 luglio 2016









Inaugurazione Venerdì 22 luglio alle ore 17,30, presso il Museo civico, della seconda parte di “Indagini sulla Resurrezione”, esposizione che intende indagare sulla iconografia della Resurrezione di Cristo attraverso capolavori contemporanei e successivi a quello del Maestro del Borgo.La mostra, realizzata in collaborazione con i Musei San Domenico di Forlì, la Soprintendenza di Siena, Grosseto e Arezzo, e la Fondazione Piero della Francesca, presenta una delle più intense, e...ccezionali opere del Seicento, il Risorto di Pieter Paul Rubens, databile 1616, proveniente dalla Galleria Palatina di Palazzo Pitti, Firenze.
In questa opera il corpo del Cristo risorto domina la scena in una esaltante fisicità, imponendosi al centro della composizione

Con l'occasione potrete ammirare anche una Madonna col Bambino attribuita a Piero della Francesca, considerata la prima opera del grande artista toscano del Rinascimento e conservata presso la Alana Collection, una collezione privata con sede a Newark (Delaware) negli Stati Uniti.
Sempre nel Museo civico in questo periodo sarà presente un’altra Madonna col bambino di Paolo Uccello, proveniente anche questa dall’Alana Collection

lunedì 18 luglio 2016









Perseus and Andromeda, Roman fresco from Casa di Dioscuri (VI 9,6) in Pompeii. 






Pompeii Frescos 








Phallus (windchime-angel Found in Pompei






"Aeneas having his wounds dressed in the presence of Venus. From a wall painting in Pompeii." Museo della Civilta, Rome 






fresco in Pompeii, erotic scene



domenica 10 luglio 2016